Loading...
Profilo

MENU

Vietri e la ceramica
Sintesi creativa, immediatezza di immagine, colori che si accostano per contrasto e non per sovrapposizione sfumata, questi i caratteri che segnano il cammino della produzione ceramica a Vietri sul Mare, la porta della Costa d’Amalfi. Risalgono al XV sec. le prime tracce dell’arte della ceramica in città, (quando nelle fornaci venivano prodotte anfore di terracotta) allora come oggi crocevia importantissimo del commercio marino nel Mediterraneo. I crescenti legami commerciali uniti alle caratteristiche uniche del territorio e alla particolare originalità degli artigiani, portarono Vietri a diventare una delle capitali riconosciute della produzione della ceramica d’arte. La bellezza dei luoghi e la vivacità dell’ispirazione artistica vietrese attirano, a partire dagli anni ‘20 del XX sec. l’arrivo sulla Costa di artisti ed artigiani stranieri che innescano sui motivi tradizionali, fatti di intrecci floreali ed araldica, figure e scene tratte dalla vita del posto nonché figure segnate da un'astrazione interiore che ne esalta il valore decorativo, sospeso in una fissità che travalica i bisogni contingenti. Si allarga lo spettro cromatico delle decorazioni che rompe la luminosità con il nero notturno e misterioso dei loro fondali della Costa d’Amalfi.Son questi i particolari che determinano la spiccata personalità della inimitabile ceramica artistica vietrese.